Search

Alcune anticipazioni sulla Caffelatteria…

caffelatteria

Vi abbiamo svelato pochi giorni fa la nostra

sorpresa di primavera e sì, avete capito bene.  Prestissimo (verosimilmente l’8 Aprile) ci facciamo un regalo… festeggeremo i due anni della Gelatteria in Via Savio e inaugureremo la Caffelatteria, proprio lì vicino. Un bar/locale che sarà con voi dalla prima colazione all’ora di pranzo, passando per l’aperitivo serale.

Le sorprese saranno tantissime ma ve le diremo un po’ per volta, oggi è il momento di parlare di un elemento fondamentale della Caffetteria, talmente importante che occupa addirittura la metà del nome.  Il caffè sarà un elemento importantissimo del nostro nuovo progetto… potevamo accontentarci e scegliere una miscela già conosciuta ma volevamo andare oltre, farvi scoprire qualcosa di nuovo.

Durante uno dei miei viaggi in Germania in cui ero stato invitato a un corso sul gelato, ho conosciuto Denis che era stato invitato per spiegare come si fa un buon caffè. Mi sono letteralmente innamorato della sua professionalità e esperienza in materia, e non da ultimo, della filosofia e della mission dell’azienda che era venuto a rappresentare. Mi ero ripromesso che, se mai avessi dovuto aprire un bar mi sarei rivolto a loro, e dopo una visita a Treviso a Gennaio per scoprire tutto il mondo Goppion ci siamo confrontati, e abbiamo capito che non avremmo potuto fare scelta migliore.

Ogni prodotto della natura ha i suoi ritmi e così anche il caffè: una materia prima che con la tostatura subisce una trasformazione e, da piccolo duro chicco verdognolo, diventa un chicco grosso, marrone, profumatissimo. Parlare di tostatura, di torrefazione e di trasformazione del prodotto, vuol dire quindi raccontare un gruppo di persone che insieme collabora per mettere a punto miscele riuscite e prestigiose. Un lavoro complesso che richiede capacità tecniche e continua ricerca. E’ seguendo questa linea guida che Goppion ha creato la propria cultura del caffè.

Da anni Goppion sceglie il caffè nelle stesse piantagioni, lo assaggia e lo accosta ad altri caffè di diverse provenienze, con altri sapori e altri profumi, concretizzando miscele di carattere. Il caffè che abbiamo scelto per il primo caffè della giornata e simbolicamente per darvi il nostro buongiorno migliore si chiama Gran Miscela.

I caffè che compongono questa miscela, che per il 90% è Arabica, vengono dall’Etiopia, Brasile, Guatemala e Honduras, mentre il rimanente 10%, del tipo Robusta, proviene da Flores. Il suo nome evoca la contaminazione con i fiori bellissimi che crescono in quelle terre. Il risultato finale è un gusto intenso, vellutato mentre il corpo risulta pieno. La lieve acidità è equilibrata e regala alla tazza un bilanciamento perfetto.

Lascia posto ad un retrogusto gradevole con sentori di cacao e di frutta amara la cui permanenza si prolunga con note di cioccolato al latte e con la fragranza del pane tostato.

Questa è la prima anticipazione che vi diamo… arriva un caffè nuovo in città, che nessuno ancora conosce… avete voglia di nuove scoperte?

Close
© Copyright 2018. Roberto Leoni Blog
Chiudi